16 October 2013

IELTS




Può sembrare una cosa scontata, lo so, eppure bisogna sapere  l'inglese prima di partire verso una qualsiasi destinazione di lingua anglosassone.

E non intendo dire saperlo a spizzica e bocconi, come quando si va in vacanza e si chiedono le informazioni in inglese maccheronico.

Ovviamente bisogna essere in grado di sostenere un colloquio in inglese, essere in grado di relazionarsi con recruiter o con il futuro datore di lavoro.



Dato per scontato questo piccolo particolare, che poi proprio piccolo non è, bisogna sostenere un esame di inglese che ti rilasci una certificazione sulle tue conoscenze linguistiche.

Questa barriera non c'è se si resta a lavorare in Europa, ovvio che mentire va solo a discapito vostro, quindi occhio a scrivere ottima conoscenza della lingua inglese, perché c'è sempre la possibilità di essere contattati telefonicamente, e fare scena muta non è proprio il massimo.

Comunque tornando a noi, per l'immigrazione è necessario questo attestato, e non solo per la Nuova Zelanda, ma anche per Australia, Canada e Stati Uniti.

Per poter lavorare nei Paesi sopra citati il voto minimo deve essere 6/6,5. Tenete presente che ad ogni prova viene dato un voto da zero a nove,e non sempre per la posizione lavorativa è sufficiente la media dei quattro voti, dipende molto dalla vostra professione.

Per esempio nel mio caso, io sono una figura sanitaria, devo avere il minimo di sei in tutte le prove.

Lo IELTS è un esame bello sostanzioso, composto da quattro prove, tre scritti e un orale.

Gli scritti sono così ripartiti:


  • listening: viene fatto ascoltare un cd con quattro conversazioni differenti e bisogna inserire le parole mancanti della conversazione. Dura 45 minuti e potrete ascoltarlo solo una volta;
  • reading: vi vengono dati dei testi di diversa natura e dovrete rispondere a delle domande sui testi letti. Durata di questa prova 60 minuti;
  • writing: dovrete scrivere due testi, la prima una lettera che può essere formale o informale di minimo 150 parole, la seconda prova è una trattazione su un argomento vario di minimo 250 parole, anche per questa prova vi vengono dati 60 minuti;
  • speaking: qui bisogna parlare con una persona madrelingua inglese che vi farà delle domande e vi lascerà parlare per un paio di minuti su un tema da lui proposto;
Le prime tre prove si svolgono in sequenza, io per esempio le ho fatte dalle 9 alle 12 circa del mattino, poi pausa e vi viene dato un orario per la prova orale.

Io vi posso solo dare un consiglio: studiate!!!
Anche se usate già l'inglese per il lavoro o siete sicuri delle vostre conoscenze, studiate!!!
Lo IELTS è altro, è forma oltre che sostanza, ha le sue regole che devono essere rispettate per passare bene l'esame.

Vi lascio il link del British Council così potrete vedere le varie offerte e le varie date degli esami!

E se decidete di farlo finger crossed!!!!

Veronica